Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

L’Educazione Evolutiva e la prevenzione della violenza di genere


L’Educazione Evolutiva si fonda sull’assunto di base per cui esistono delle Leggi Universali che governano il funzionamento del processo che conduce ogni bambino a diventare Uomo.

Intendiamo per “Leggi Universali” delle Leggi di natura che accompagnano l’Essere Umano nel suo percorso evolutivo: la loro comprensione è necessaria per una crescita ed uno sviluppo in Armonia con l’Universo.

Ciascun atto educativo dovrebbe quindi rispondere a tali Leggi e ciascun adulto impegnato nell’avventura di educare un bambino, un adolescente o un sistema è chiamato a conoscere e rispettare le Leggi che lo riguardano.

Ci siamo chiesti quale sia la Legge che più potrebbe, se conosciuta, approfondita e applicata, essere utilizzata per costruire un sistema educativo a garanzia della prevenzione della violenza di genere.
E abbiamo trovato che la cosiddetta “Legge di Vibrazione” accorre in nostro aiuto.
 
La Legge di Vibrazione spiega che tutto è vibrazione, dalle cose materiali, agli stati d’animo, ai pensieri, e che queste vibrazioni incidono nell’ambiente e dentro noi stessi. Questa legge è legata al fatto che ogni Essere Umano che ha un ruolo nell’Universo “è” una precisa vibrazione, ha un suo posto nell’Universo.
 
E’ per l’azione della Legge di Vibrazione che è fondamentale cominciare le opere con il “piede giusto”, ovvero con la “giusta vibrazione”.
 
Possiamo chiederci cosa avviene nel rapporto tra un uomo e una donna nella violenza di genere e, secondo la Legge di Vibrazione, che tipo di vibrazione incontra una donna in un uomo violento? Che tipo di vibrazione incontra un uomo violento in una donna che sta per aggredire?
 
Potremmo anche chiederci quale sia il percorso educativo più adatto a sviluppare l’amore di sé necessario per allontanarsi e proteggersi dalle situazioni nocive e per ripudiare la violenza. La conoscenza della Legge di Vibrazione, in questo, guida nell’ascolto di sé e nella discriminazione di quello che si pensa e si prova.
 
Per esempio, una bambina e poi una ragazza educata a riconoscere le Vibrazioni dei suoi pensieri e delle sue emozioni, ad ascoltare i suoi bisogni, ad ammettere i suoi limiti e a distinguere la sua capacità di accogliere dal pericolo della passività, a riconoscere la sua intuizione, sarà una donna più consapevole, e con molta probabilità più in grado di prendersi cura di sé e di proteggersi.
 
La prevenzione della violenza passa attraverso un’educazione che solleciti nella distinzione della Vibrazione tra il Valore dell’Amore, l’affetto e la gelosia. Profondi bisogni emotivi non riconosciuti portano, infatti, a confondere queste diverse vibrazioni e sia gli uomini che le donne possono pensare di esprimere il proprio amore, mentre stanno consumando un rapporto di mancata libertà.
 
L’Amore è una Vibrazione che esprime Rispetto e che porta ad affermare l’altro lasciandolo libero. L’attaccamento si costruisce dietro una serie di insicurezze, la principale delle quali è la paura della perdita dell’altro, che può portare ad atteggiamenti ossessivi. A volte, l’attaccamento viene confuso come riconoscimento dell’amore dell’altro (“pensavo mi volesse bene… invece era solo geloso”): educare bambini e ragazzi a riconoscerne la differenza diventa un obiettivo fondamentale per una società che vuole liberarsi dalla violenza di genere o, comunque, che vuole fondarsi sull’Armonia dei Rapporti.