Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

Il Dhyana Yoga e i suoi obiettivi

Il Dhyana Yoga ha l'obiettivo di favorire l'allineamento consapevole, a livello individuale e di gruppo, della personalità alla Coscienza, attraverso la pratica delle asana, la gestione del respiro e la Meditazione.

Oltre a questo, altri obiettivi primari del Dhyana Yoga possono essere così sintetizzati:

  1. il Dhyana Yoga permette un allineamento tra i 7 chakra. Tale lavoro viene perseguito essenzialmente attraverso le asana, i movimenti, e le visualizzazioni. E' importante che i chakra attivati siano sostanzialmente quelli del "triangolo superiore" (cuore, gola, ajna e chakra della corona), collegati in particolare con il corpo mentale. Da questi punti di energia, l'energia viene richiamata dal basso verso l'alto, in modo che possa realizzarsi la trasmutazione consapevole dell'energia dal triangolo inferiore al triangolo superiore;
  2. il Dhyana Yoga permette un allineamento tra i 5 corpi dell'essere umano. Si fa riferimento ai 5 Corpi dell'essere umano ed al fatto che, attraverso la pratica, lo studio e la meditazione, si persegue l'obiettivo di ripulire prima e poi allineare tutti i corpi. In tal modo l'energia può fluire liberamente dall'uno all'altro, permettendo di realizzare sul piano della materia e del corpo fisico, i passaggi già attivati ed elaborati su tutti i corpi più sottili. Particolare attenzione viene posta all'allineamento ed al contenimento del corpo emotivo e del corpo mentale;
  3. un altro obiettivo consiste nell'utilizzare la creatività e le visualizzazioni per espandere la conoscenza e la consapevolezza della persona. Infatti, tali strumenti possono essere intesi come strumenti della Coscienza, per esprimere la creatività;
  4. il Dhyana Yoga permette di crescere sul piano individuale, utilizzando la dimensione dell'evoluzione del gruppo: infatti, la persona non viene vista soltanto sul pano individuale, ma in quanto parte del contesto del gruppo, di cui esprime una particolare funzione;
  5. la pratica del Dhyana Yoga, per la metodologia che le è propria, consente di immettere la nota mentale nella pratica e nella Meditazione, inoltre, consente un processo di crescita che utilizza la dimensione fisica per sperimentare l'allineamento già descritto, sia dei 5 corpi della persona che dei suoi 7 chakra;
  6. la pratica permette anche di approfondire la conoscenza e l'utilizzo consapevole dell'energia e degli strumenti per attivarla ed espanderla, sia sul piano individuale che del gruppo;
  7. un altro obiettivo fondamentale è quello di favorire la realizzazione, sul piano energetico, della Trasmutazione. Questo può realizzarsi, attraverso un'attivazione consapevole del chakra da trasmutare, attraverso la liberazione e ripulitura del canale di trasferimento dell'energia dal basso verso l'alto, ed anche attraverso la stimolazione dell'apertura del chakra che accoglie e trasmuta le energie dal basso. Inoltre, il Dhyana Yoga può agevolare la fissazione dell'energia nel chakra superiore, in cui l'energia è trasmutata, attraverso la realizzazione di asana, movimenti e respirazione adeguate. Anche la Meditazione partecipa Dicembre 2007 www.dhyana.it 2 e facilita il processo, dato che consente alle energie di concentrarsi ed armonizzarsi nel triangolo superiore.