Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

Il contatto nel Massaggio Evolutivo

 

«Vedere con gli occhi del cuore;
Udire con le orecchie del cuore il fragore del mondo;
Penetrare il futuro del mondo con la comprensione del cuore;
Ricordare gli accumuli del passato mediante il cuore;
Così bisogna avanzare, con impeto, sulla via dell’ascesa
La capacità creativa ha in sé una potenzialità ignea, ed intrisa del sacro fuoco del cuore».
(Morya, Cuore, 1)

Il Massaggio Evolutivo nasce come strumento per l’evoluzione della Coscienza, utilizzando il canale del massaggio corporeo, attraverso il rilassamento, la distensione delle tensioni muscolari collegate spesso a blocchi emotivi o forme pensiero bloccanti, che si esprimono attraverso il corpo.

Il Massaggio Evolutivo lavora sul corpo fisico, ma nel massaggiare si entra in contatto con i diversi corpi che compongono l’essere umano che sono:

  • il corpo eterico, che il campo di energia che avvolge e compenetra il nostro corpo fisico;
  • il corpo emotivo che è legato alle emozioni e sentimenti che proviamo;
  • il corpo mentale che è legato ai pensieri che abbiamo e facciamo e il corpo causale che è legato alle cause di ciò che ci accade. Quindi possiamo dire che massaggiando entriamo in contatto con tutto il nostro essere e scopriamo cosa il nostro corpo ci vuole dire per accompagnarci ad evolvere.

Quando entriamo in rapporto, durante il massaggio, esistono diversi livelli di contatto tra la persona che massaggia e chi viene massaggiato.
Il primo contatto è quello oculare che permette di penetrare con maggiore intensità nel mondo interno dell’altro entrare, nel reciproco sguardo e apre ad un linguaggio intimo e toccante che fa salire emozioni, pensieri legati alla personalità ma poi liberati ed elevati attraverso il contatto tra Coscienze. Infatti la prima sintonizzazione è sul piano della Coscienza, sull’espressione del suo Amore e su ciò che stiamo andando a toccare di profondo.
Il secondo contatto, che si crea è quello del contatto delle mani sulla pelle, da vita a una relazione intima tanto a livello fisico, quanto spirituale; diviene utilizzo della Mente e del Cuore, restituisce con Verità, chiarezza ed Amore ciò che le mani incontrano e percepiscono.
Il contatto permette di ascoltare in modo più profondo le proprie emozioni, individuare quali pensieri si celano dietro le contrazioni fisiche, portare energia e benessere a tutti i corpi.

È importante che il contatto delle mani del massaggiatore con la persona massaggiata, non venga mai interrotto, durante il massaggio, in quanto consente lo scambio di energie. È attraverso questo contatto che il massaggiatore agisce in profondità nelle zone più congestionate o contratte, facilitando l’accesso ad aree ancora più profonde in cui si è “bloccata” una quota di dolore “emozionale”. Infatti il lavoro eseguito sul corpo, fa affiorare insospettate tematiche esistenziali, che sono la vera causa della contrattura, e consente di accedervi consentendo, in tal modo, l’avvio del processo di liberazione.

Il contatto interviene, dunque, anche sul piano emozionale: il dolore viene visto come parte stessa del massaggio curativo, che sostiene a toccare e sbloccare dolori nascosti, di cui non si era consapevoli.
La mano del massaggiatore fa contatto e corpo unico con il corpo dell’altro. Infatti, le mani di chi massaggia possono permettere di scoprire che, nel contatto con l’altro, non è necessario difendersi ed è possibile vivere un momento per incontrare se stessi e in cui lasciarsi andare, in uno spazio protetto, delicato, unico ed irripetibile.

Le mani e le braccia del massaggiatore sono un prolungamento del Cuore, e si fondono gradualmente con il Cuore dell’altro, che lascia entrare.
La mano sostiene, scopre, nutre, unisce, aiuta nel far prendere coscienza del proprio corpo e delle sue singole parti, dei punti più dolenti e dei blocchi che li determinano.

È un viaggio alla scoperta delle proprie sensazioni, dei propri vissuti, presenti e passati.

Il massaggio è un gesto d’Amore verso se stessi e verso l’altro, per conoscersi e comunicare più in profondità, per liberarsi dalle paure più nascoste, per vivere sempre più serenamente, con il sorriso nel Cuore e nella Mente.