Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

Il Viaggio Sottile rappresenta uno strumento valido per entrare in contatto con la propria dimensione più intima e profonda. Affonda le sue radici nello Sciamanesimo e nel Viaggio Astrale, ma se ne differenzia per l'uso attivo della mente e della consapevolezza nello svolgere l'esperienza, che lo caratterizzano. Attraverso un rilassamento profondo del corpo fisico, delle emozioni e dei pensieri e l'utilizzo di visualizzazioni che richiamano la dimensione spirituale presente in ognuno di noi, possiamo entrare in contatto con la nostra Coscienza.

Il Viaggio Sottile è la proiezione della parte più intima del Sé al di fuori dell'involucro materiale e presuppone, come condizione di base, uno stato di estremo rilassamento del corpo fisico. Tale pratica permette alla Coscienza di esplorare mondi paralleli che le possono offrire insegnamenti utili per la sua evoluzione. Si sono individuati diversi utilizzi del Viaggio Sottile consapevole: per ripulirsi dalle energie più dense accumulate durante la giornata, per ricaricarsi, ossia per aumentare la propria energia, per cogliere informazioni e messaggi legati al proprio percorso di crescita.

Partendo dal presupposto che l'uomo è formato da 5 corpi (il corpo fisico, il corpo eterico, il corpo emotivo, il corpo mentale ed il corpo spirituale) possiamo affermare che il Viaggio Sottile è possibile solo quando i corpi inferiori sono collegati e allineati con il corpo mentale: è, infatti, il corpo mentale che, insieme al corpo spirituale, sceglie di compiere l'esperienza del viaggio.

Chi compie tale esperienza ha, come obiettivi primari, quelli legati all'evoluzione della Coscienza in modo da creare un collegamento sempre più stabile con questa.