Questo sito si avvale di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all’utilizzo del sito stesso. Cliccando sul bottone accetto si acconsente al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.

Il Massaggio Evolutivo e il Rapporto tra le Polarità

 

«Due, il dualismo è la condizione base della nostra esistenza sulla Terra, e Uno è lo stato di unità da cui ci siamo separati ed a cui desideriamo ritornare»

(Eva Pierrakos, Unione Creativa)

Il Massaggio Evolutivo nasce come strumento per l‘Evoluzione della Coscienza, esso lavora sul corpo fisico e, attraverso di esso, entra in contatto con gli altri corpi (eterico, emotivo, mentale e causale), creando un canale in grado di cogliere gli elementi legati alle “congestioni” o ai “blocchi” presenti, al fine di “scioglierli” facilitando il fluire dell’energia e l’espressione della Coscienza.

Il Massaggio Evolutivo, nell’essere un gesto d’Amore verso se stessi e verso l’altro, rappresenta uno strumento semplice ma diretto per conoscersi e comunicare profondamente anche i vissuti più nascosti o meno consapevoli, collegati al rapporto tra le Polarità.
Infatti, il Massaggio Evolutivo rappresenta uno strumento attraverso cui esplorare, conoscere e armonizzare le Polarità, siano esse rappresentate dalle energie maschile e femminile che viviamo al nostro interno o siano esse espresse nel rapporto tra colui che massaggia e colui che viene massaggiato.

Nel rapporto tra il massaggiatore e il massaggiato, colui che massaggia rappresenta la Polarità Maschile, in quanto esprime l’elemento più attivo, che immette la propria energia; chi è massaggiato riveste la Polarità Femminile, in quanto riceve l’esperienza, aprendosi alle mani del massaggiato e accogliendo il massaggio.
Allo stesso tempo, possiamo cogliere il rapporto tra la Polarità interne maschile e femminile, sia in colui che massaggia che in colui che viene massaggiato.
Per chi pratica il massaggio, la Polarità Femminile si esprime nella cura e nella preparazione dello spazio in cui si realizzerà il massaggio, oltre che nell’accompagnamento di sé e dell’altro all’esperienza.

Il massaggiatore esprime la Polarità Femminile attraverso l’Amore che offre e la capacità di accogliere pienamente l’altro nel proprio Cuore.
Inoltre la dimensione femminile accompagna e prepara l’altro al massaggio, fornendo anche gli strumenti mentali per poter entrare nell’esperienza in modo rilassato e aperto.

La Polarità Maschile si esprime in colui che massaggia, attraverso il massaggio vero e proprio e per mezzo dell’attitudine legata all’entrare, attivamente e in modo risoluto nell’altro, attraverso le mani.
Il massaggiatore dona la propria energia, alternando momenti in cui è più delicato ad altri in cui incide, in modo amorevolmente definito, nei punti più contratti, che rappresentano un dolore su cui è utile entrare, per sciogliere, fluidificare e aprire nuovi spazi, liberando l’energia prima congestionata.

Chi viene massaggiato si trova in una posizione principalmente femminile di accoglienza e ricettività, nel profondo rilassamento.
Vi è anche una parte attiva che è data dal saper entrare in quello spazio, come se la mano di colui che massaggia, fosse un prolungamento di sé.
Attraverso questo canale, colui che riceve il massaggio, può aprire uno spazio interno e incidere nell’entrare nei punti da sciogliere, abbandonando delicatamente il controllo e le barriere difensive. In tal senso, il processo non è passivo ma occorre la volontà e la scelta di chi riceve, di rendere lo scambio efficace.

L’intimità che caratterizza il Massaggio Evolutivo, sia su un piano fisico che di Coscienza, consente un passaggio di energia all’interno del rapporto, che apre il Cuore sia del massaggiatore che del massaggiato. Si attiva un processo che consente un’esplorazione tra le due energie, maschile e femminile.
Questa esplorazione può offrire nuove consapevolezze nel permettere di cogliere il modo in cui vengono vissute le Polarità e la presenza di eventuali squilibri nell’espressione dei due tipi di energia, internamente o nel modo in cui ci rapportiamo con l’altro.